Associazione

L’associazione Dimostrazioni Armoniche è un’associazione musicale senza scopo di lucro, che nasce con l’ambizione di andare a colmare il divario esistente tra il pubblico di oggi e la musica del passato, sia lontano che recente.

Ogni musica, anche quella meno conosciuta e di raro ascolto nella programmazione dei teatri, è infatti per definizione “armonica” purchè sia compiutamente “di-mostrata”, e cioè fatta conoscere non solo attraverso concerti, ma anche conferenze, lezioni, supporti multimediali.

È nostra convinzione che bisogna uscire dalla ristretta logica della “musica per intenditori” nelle sale da concerto cercando di interloquire con le istituzioni culturali in senso più vasto come la Scuola, l’Università, il Conservatorio, gruppi corali e orchestrali presenti sul territorio, accademie di musica.

A tale scopo l'associazione è attiva già da molti anni con iniziative di diverso tipo:

  • interventi didattici presso le scuole superiori e istituzioni culturali in genere di Verona e provincia (Liceo Messedaglia, Liceo Maffei, Liceo Copernico, Istituto Seghetti, Libera Università della Valpolicella, cinque cicli di lezioni–concerto alla Fondazione Toniolo)
  • lezioni–concerto : “Il Combattimento di Tancredi e Clorinda” presso il Liceo Don Bosco, l’Educandato “Agli Angeli”, il Liceo “Messedaglia”, il Liceo “Copernico”, il “Lamento di Arianna” presso il Liceo Medi
  • conferenze specialistiche e pubblicazioni (analisi del mottetto di G. Dufay “Nuper rosarum flores” al convegno di musicologia di Rimini, selezione dell’opera “Ambleto” con libretto di A. Zeno e F. Pariati, musica di F. Gasparini, nell’ambito del convegno internazionale sulle letterature scandinave svoltosi a Verona nell’aprile 2011)
  • concerti spirituali ad ingresso libero nelle chiese di Verona e provincia (“Amor Sacro”, “Exulta Filia Sion”, “Pulchra es Maria”, “Hosanna filio David”, Rassegna “Sacrarmonia” a Castelnuovo del Garda)
  • musica nella liturgia (Missa brevis e Missa Papae Marcelli di Palestrina, Messa sopra “Mon Coeur se recommande à vous” di O. di Lasso, Messa sopra ”Il Bianco e Dolce Cigno” di S. Bernardi)
  • concerti di beneficenza (“How can I keep from singing” per le vittime di Haiti, “Salve Regina” e “Amor Sacro” per le vittime del Giappone)
  • progetti di trascrizione di musica inedita anche di risonanza nazionale (Mottetto di Frescobaldi “Jod. Manum suam” recensito dalla pagina culturale del Sole 24ore e intervista Radio3)
  • progetto triennale di ricerca sulla musica antica di area veneta: attraverso un percorso di studio e valorizzazione delle fonti antiche si vuole recuperare il passato musicale della nostra regione, a partire da autori veronesi poco eseguiti ma di grandissimo spessore: Bonzanino, Asola, Bernardi. L’associazione intende nel corso di questi anni collaborare con le realtà interessate sul territorio (Università, Conservatorio, Scuole superiori, altre associazioni nel ramo musicale) per una ricaduta culturale il più possibile ampia. Si intende così rievocare una storia musicale al di fuori del contesto moderno concertistico per andare a recuperare nella loro integrità tradizioni musicali diverse: la processione per la Domenica delle Palme e le Accademie musicali dei nobili dilettanti di musica ne sono un esempio. Nell’ambito di questo progetto ricordiamo la ricostruzione e registrazione dell’ antico Inno a doppio coro dell’Accademia Filarmonica di Verona, composto nella seconda metà del ‘500 da A. Bonzanino, dal titolo: “Chi non conosce Amore”, ascoltabile sulla home-page: www.accademiafilarmonica.org

Sotto-categorie